Introduzione

© Tutti i diritti riservati all’Autore.
Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta senza il preventivo assenso dell’Autore.
Ogni riferimento a cose e persone reali è puramente casuale, poiché tutto frutto di fantasia dell’autrice. E della sua mente malata!


Trovo le normali introduzioni una parte del libro di una suspance quasi noiosa. Sarà una parte difettosa del mio carattere, penso che devo ancora capirlo definitivamente, nel frattempo, ritengo che per il mio libro vada bene un’ introduzione piuttosto breve.
Non c’è nulla di più bello e giusto di quando si sbagliano tante cose, poi ci si sente male, s’ impara a correggerle e ad apprezzare di averlo fatto, per cancellarne i sensi di colpa, praticamente inutili a lungo andare.
Questa è la storia di 2 anime, che cavalcano il tempo della loro esistenza, verso un sogno paradossale, di rinascita di una società malata, la società dell’ essere umano. L’essere più intelligente, secondo la scienza, perchè capace di ragionare, ma mai troppo perfetto nel farlo.
Edvard e Edith, i protagonisti, due eterni bambini che non si lasceranno mai soli, condividendo l’ esperienza e l’ individualità reciproca, e insieme impareranno a curare la conosciuta malattia pazza, di un mondo pieno di morti inutili, ma ancora più fortemente, pieno di infinita vita e movimento di essa. Ci sono due cose che formano l’universo infinito: materia e, intrappolata in essa, la non-materia. Ora, sappiate provare emozioni, e rispettate quello che imparate a fare. Triste o felice che sia, viene interpretato bello, sempre e solo quel che piace, non ciò che lo è in generale.
Avrei voluto girare il mondo veramente per scrivere questo libro, ma purtroppo non potendo usufruire di un gadget economico, questo non è stato possibile. Mi sono quindi accontentata di usare la mia fervida immaginazione, chiedere alle persone, ed esplorare la realtà tramite la ricerca digitale dell’immenso mondo di Internet. Non siate, quindi, mai certi che quello che è scritto in questo libro, sia fonte d’immaginazione: se qualche informazione vi incuriosisce, approfittate anche voi per chiedere e approfondire l’informazione, capendo da voi se è falsa o meno.
Il libro è interamente narrato da una lontanissima nipote dei protagonista, che grazie a degli incredibili e innominati marchingegni spirituali, riesce a tornare indietro nel tempo e vivere la storia come se fosse presente nel luogo e nel corpo, delle persone presenti. Inoltre per facilitare la comprensione della situazione emotiva, e dei punti di vista, vengono riportati gli ipotetici diari, in cui i due fratellastri, descrivono scrupolosamente, ogni loro pensiero, spesso con la spiegazione semplice delle sensazioni provate.

L’Autrice: Ribes